Catania, litorale Playa, prove di salvataggio nautico


Catania, litorale Playa, prove di salvataggio nautico

Protagonisti i cani di ACS Rescue Dog

Al lido Le Palme, 12 cani di ACS Rescue Dog, insieme ai loro simpatici e preparatissimi istruttori, si sono resi protagonisti di simulazioni di salvataggio in acqua 

salvataggio nautico catania 1

I cani da salvataggio nautico

Una domenica di fine giugno, le spiagge si stanno popolando di bagnanti, fra sole, mare e relax arrivano in passerella, al Lido Le Palme, litorale Playa di Catania, i cani di ACS Rescue Dog: Otto, Bob, Booh i veterani, insieme a molti altri amici a 4 zampe, desiderosi di farci vedere come il cane può essere utile all’uomo. Oggi più che mai siamo coscienti del fatto che l’apporto dei cani sia diventato pressoché indispensabile per tutte le attività di sicurezza e ricerca, sia nautica che terrestre. Ci spiega Alessandro Montes, addestratore cinofilo con la passione per il mare, fondatore e presidente di ACS:

i nostri amici a quattro zampe, sono protagonisti non solo di diversi salvataggi effettuati in mare a Mondello e in altre località balneari di tutta Italia, ma hanno anche portato a termine la ricerca e il ritrovamento di dispersi su macerie a seguito di terremoti o crolli e su frane e valanghe”.

Chiedo a Fabrizio Giarrusso, vice Presidente di ACS, proprietario di Booh, una Golden Retriever di 10 anni, ormai mascotte del gruppo, di darci qualche delucidazione circa l’Associazione e lui ci spiega che ACS Rescue Dog è la prima associazione che lavora con un incarico diretto della Protezione Civile Nazionale, nasce dalla passione e dall’esperienza pluriennale di istruttori/addestratori cinofili e di diverse Unità Cinofile di Salvataggio nautico, che desiderano offrire di più al volontariato e al sociale, valorizzando al massimo la bravura e la preparazione dei propri cani, anche in attività non esclusivamente nautiche.

Una delle cose evidenti è stata osservare la felicità negli occhi dei cani e la voglia di tuffarsi in mare insieme ai loro proprietari/istruttori; Otto, un Labrador insignito del titolo di cane eroe della città di Palermo per aver compiuto importanti salvataggi sulle spiagge di Mondello, era veramente impaziente e fremeva dalla voglia di entrare in acqua e dimostrare il suo talento, tutto questo semplicemente perché  l’amore, la passione e la tranquillità che questi cani vivono la trasmettono spontaneamente all’essere umano. Un processo naturale di interscambio di amore, valorizzato costantemente, attraverso, la costruzione quotidiana di quel rapporto di fiducia totale tra uomo e cane; Alessandro tiene a sottolineare che la fiducia scaturisce da un metodo di addestramento gentile che si basa sulla passione, sull’amore e sul rispetto verso ciascun cane: “Noi non forziamo mai un cane a fare ciò che non vuole”, dice Alessandro Montes “ma riusciamo a trasformare una sua eventuale debolezza in un punto di forza e sicurezza, basandoci esclusivamente sul gioco e sul rapporto con il proprietario/conduttore”. Chiaramente, una volta conclusa la fase addestrativa mirata all’obbedienza, ciascun cane viene indirizzato in base alle capacità, peculiarità e caratteristiche di razza, all’attività più consona a quel soggetto, il tutto sotto la supervisione degli istruttori e del personale sanitario veterinario. Inutile dire che anche questa volta i cani ci hanno insegnato che loro non lasciano mai la spiaggia sporca, se ben educati, non faranno mai i propri bisogni sulla sabbia e soprattutto non litigheranno con gli altri cani. 

Qualche curiosità sui cani veterani di ACS Rescue Dog

Booh è una Golden Retriever di 10 anni, con uno spiccato talento per le buone maniere, non esita a mettere in riga due Malin dispettosi o educare un simpatico e vivace Grigione. Se Booh non si allena per un po’, appena torna in campo, esegue tutti gli esercizi alla perfezione come se avesse lavorato il giorno prima. La sua caratteristica svela Fabrizio: “lei fa tutto per rendere felice il suo proprietario, cioè me…”

cani da salvataggio

Otto, 7 anni a dicembre, cane eroe di Palermo, un vulcano, un’esplosione di energia, in pieno vigore, è la vera forza del gruppo, Fabrizio ridendo mi dice: “a Palermo chiunque incontra qualcuno di ACS esordisce: allora tu sei amico di Otto… Otto è una star, lavora con tutti, attivissimo, bravissimo sotto tutti i punti di vista, ha tempra e temperamento da vendere, adora il suo Alessandro, loro due si parlano con gli occhi.

Bob, 8 anni, diplomato bagnino nel 2014, un vero talento in acqua, è un cane autonomo, libero, indipendente, il guinzaglio, questo sconosciuto, è un labrador sui generis, lui non ama le coccole, eccetto quelle dei suoi piccoli fratellini umani…

A Catania, è possibile formare un team di cani da salvataggio nautico

Al momento, circa 15 binomi cane/proprietario frequentano il primo corso che ha sede a Catania e si tiene presso Villa Di Bella a Viagrande; si sono appena conclusi i due step di educazione base e avanzata, il terzo step di avviamento allo sport o salvataggio nautico o ricerca in superficie partirà a breve. Con l’auspicio di avere, la prossima estate, i primi cani da salvataggio nautico nelle spiagge catanesi e tanti altri binomi nei successivi corsi, ringraziamo gli amici di ACS Rescue Dog per il lavoro, l’impegno e l’etica con cui portano avanti una realtà eccellente che valorizza, in ogni suo aspetto, i talenti dei nostri più fedeli amici e compagni di vita.

Per info

Facebook: ACS Rescue Dog

Web Site: associazionecanisalvataggio.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.